Gara - ID 721

Stato: Scaduta


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante DIPARTIMENTO SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA' PRODUTTIVE
ProceduraAperta
CriterioQualità prezzo
OggettoServizi
Concessione dei “Servizi di formazione, trasmissione dei saperi, tutela e valorizzazione dell’artigianato artistico romano ad elevato valore culturale, da erogarsi nei confronti di allievi di discipline artistiche, negli immobili del patrimonio di Roma Capitale siti nell’area di Tor di Nona, attribuiti in concessione come mezzi strumentali finalizzati all’erogazione dei servizi stessi”, secondo quanto stabilito nella Deliberazione di Giunta Capitolina n°203/2020 approvata nella seduta del 11/09/2020.
CIG
CUP
Totale appalto€ 2.422.984,80
Data pubblicazione 16/04/2021 Termine richieste chiarimenti Giovedi - 27 Maggio 2021 - 12:00
Scadenza presentazione offerteVenerdi - 25 Giugno 2021 - 12:00 Apertura delle offerteMercoledi - 30 Giugno 2021 - 11:00
Categorie merceologiche
  • 8053 - Servizi di formazione professionale
DescrizioneObiettivo della presente procedura è il rilancio dell’area di Via di Tor di Nona e sue vie limitrofe, con la finalità di valorizzare l’arte e l’artigianato artistico d’eccellenza ad elevato valore culturale e avviare la creazione del “Distretto dell’Artigianato Artistico di Tor di Nona”, considerando la tradizionale elezione artigianale di questa strada e la sua ubicazione privilegiata al centro di Roma. Il Progetto del Distretto si caratterizza, oltre che per la valorizzazione dell’artigianato artistico, per la particolare attenzione rivolta all’attività formativa ad esso connessa, che verrà realizzata negli immobili di proprietà capitolina appositamente adibiti a Laboratori artigianali. Il concessionario, nell’ambito dei suoi doveri di servizio, svolgerà nei locali adibiti a Laboratori di Arti e Mestieri, l’attività di trasmissione dei propri saperi agli allievi artigiani e potrà svolgere, previo ottenimento del relativo titolo abilitativo, quella di vendita al dettaglio dei prodotti artigianali realizzati (nel rispetto della Legge regionale n. 3/2015 di tutela dell’artigianato), nonchè l’erogazione di servizi artigianali (progettazione, restauro, recupero e riparazione). 
Struttura proponente Dipartimento Sviluppo Economico e Attività Produttive - Ufficio di Scopo Progettazione e Innovazione Economica Urbana
Responsabile del servizio Direttore ing. Raffaele Gareri Responsabile del procedimento Gareri Raffaele
Allegati
Richiesta DGUE XML
File docx all-c-domanda-partecipazione. - 61.00 kB
16/04/2021
File docx all-d-modello-comunicazioni-ex-art.-76-d.lgs.-50-2016. - 12.50 kB
16/04/2021
File xml dgue-request - 11.71 kB
16/04/2021
File pdf deliberazione-della-giunta-capitolina-n.-203-del-11-settembre-2020 - 11.70 MB
16/04/2021
File pdf all-c-domanda-partecipazione - 412.04 kB
16/04/2021
File pdf all-d-modello-comunicazioni-ex-art.-76-d.lgs.-50-2016 - 160.39 kB
16/04/2021
File pdf patto-di-integrita - 2.83 MB
16/04/2021
File docx dichiarazione-di-accettazione-del-patto-di-integrita. - 12.95 kB
16/04/2021
File pdf determina-26039-16-04-2021-ln0600000002-1-rossetti-esecutiva-160421143000 - 89.83 kB
16/04/2021
File pdf 1-bando-signed - 418.87 kB
16/04/2021
File pdf 2-disciplinare-signed - 732.93 kB
16/04/2021
File pdf 3-capitolato-signed - 429.14 kB
16/04/2021
File pdf all-a-schema-di-contratto-signed - 321.42 kB
16/04/2021
File pdf all-b-pef-di-progetto-signed - 409.55 kB
16/04/2021
File pdf modello-dgue - 0.97 MB
16/04/2021
File pdf Atto di costituzionedel Seggio di gara - 77.18 kB
25/06/2021

Seggio di gara

File pdf Atto di costituzione QH/330/2021 - 25/06/2021
Nome Ruolo CV
Gareri Raffaele Presidente
Mazzanobile Marianna Componente
Principi Luigi Segretario

Avvisi di gara

11/06/2021Modifica date procedura Aperta: Concessione dei “Servizi di formazione, trasmissione dei saperi, tutela e valorizzazione dell’artigianato artistico romano ad elevato valore culturale, da erogarsi nei confronti di allievi di discipline artistiche, negl
Si comunica l'avvenuta modifica delle date relative la procedura in oggettoA seguire la tabella riepilogativa delle date aggiornateTermine richieste chiarimenti27/05/2021 12:00Scadenza presentazione offerte25/06/2021 12:00Apertura delle offerte30/06/2021 ...
19/05/2021Modifica date procedura Aperta: Concessione dei “Servizi di formazione, trasmissione dei saperi, tutela e valorizzazione dell’artigianato artistico romano ad elevato valore culturale, da erogarsi nei confronti di allievi di discipline artistiche, negl
Si comunica l'avvenuta modifica delle date relative la procedura in oggettoA seguire la tabella riepilogativa delle date aggiornateTermine richieste chiarimenti27/05/2021 12:00Scadenza presentazione offerte15/06/2021 12:00Apertura delle offerte16/06/2021 ...

Chiarimenti

  1. 12/05/2021 12:29 - Buonasera, siamo una impresa aderente a CNA  e saremmo interessati a presentare una domanda sul bando Tor di Nona. Abbiamo però visto che serve avere un Riconoscimento di impresa operante nell’ambito dell’artigianato artistico e tradizionale” ai sensi dell’art. 13 L.R. 17 Febbraio 2015, n. 3 e ss.mm.ii. La ditta è iscritta all’Albo delle Imprese artigiane dal 2009. Quali sono le procedure? Si può ottenerlo prima della scadenza del bando? Grazie e a presto
    Alessio Rigido per il Costume
     


    Non serve avere un riconoscimento di impresa operante nell’ambito dell’artigianato artistico e tradizionale ai sensi dell’Art. 13 L.R. 17/2/2015 per partecipare al bando.
    Si precisa che il Riconoscimento di impresa operante nell’ambito dell’artigianato artistico e tradizionale ai sensi dell’art. 13 della L.R. n°3 del 17 Febbraio 2015 e ss.mm.ii., non è un requisito di ammissione per la presentazione della proposta, per cui anche le imprese che non possiedono tale riconoscimento possono partecipare. Il riconoscimento posseduto alla data della pubblicazione del bando è considerato come un elemento premiante, per il quale è prevista l’assegnazione di 2 punti, come riportato nel paragrafo 13 del Disciplinare. Pertanto, come previsto al paragrafo 5 del Disciplinare, è stata data massima apertura di partecipazione al bando, purché in forma singola, a “operatori specializzati, lavoratori autonomi, lavoratori dipendenti e imprese artigiane (di seguito “operatori”) che, alla scadenza del bando, abbiano comprovata esperienza almeno decennale specificatamente nei settori elencati nella Tabella A del Disciplinare di gara”.
    Relativamente alla procedura di riconoscimento, essendo di comptenza regionale, si rimanda a quanto riportato nell’art. 13 della L.R. n°3 del 17 Febbraio 2015.

    18/05/2021 11:37
  2. 12/05/2021 09:08 - alla Pagina 5, primo capoverso del bando si legge: 
    “Il concessionario, nell’ambito dei suoi doveri di servizio, svolgerà nei locali adibiti a laboratori artigianali, secondo un programma predefinito su base annuale, suscettibile di eventuale accreditamento, l’attività di docenza nei confronti degli allievi artigiani, i quali parteciperanno attivamente al processo di apprendimento anche con esercitazioni pratiche, nel rispetto del D. lsg. N. 81/2015 artt. 41 ss.”, ciò significa che il rapporto con l’allievo va regolato con una assunzione a tempo indeterminato “nel rispetto D. lsg N. 81/2015 artt. 41 ss.”? E il programma predefinito su base annuale, notoriamente pensato, gestito e garantito dal Maestro, da parte di chi è suscettibile di eventuale accreditamento? In sunto si intende intervenire anche sul metodo di trasferimento del Maestro? Con quali competenze? 

    Riguardo ai riconoscimenti dei titoli di Maestro, di Bottega-scuola e del riconoscimento di impresa operante nell’ambito dell’artigianato artistico e tradizionale, si fa riferimento al Testo Unico sull’Artigianato della Regione Lazio, è noto che la Commissione giudicante dei suddetti requisiti sia composta in maggoranza di figure professionali prive di competenza per poter attestare i sopra citati titoli, pertanto in alternativa può valere il titolo di Maestro conferito dal Comune di Roma, dall’Università e Nobil Collegio degli Orafi di Sant’Eligio che dal 1508 definisce e attesta il ruolo di Maestro orafo, ancor più i titoli di docenza universitaria e accademica? Per la stessa ragione, per definire l’impresa di interesse di artigianato artisticoe tradizionale può valere in alternativa al già citato Testo Unico sull’artigianato le pubblicazioni, i riconscimenti di settore, le esposizioni? In ultimo, a definire il titolo di bottega-scuola, ancora in alternativa al già citato Testo UNico sull’Artigianato, che definisce il concetto di Bottega- scuola solo a livello normativo e non nella direzione fondante del corretto concetto di “trasferimento di saperi”, non vale forse il fatto che una bottega eredita, trasmette e perpetua i propri saperi da ben quattro generazioni sulla base quindi della propria esistenza come incubatore di conoscenze? 

    Nelle categorie ammesse a partecipare si citano tra le altre, fotografia e pittura, ambiti notoriamente non soggetti nè all’iscrizione della Camera di Commercio nè all’Albo delle Imprese artigiane, in tal senso come si conciliano per determinate attività le suddette richieste di iscrizione per le attività che normalmente non le prevedono? 


    Relativamente al servizio formativo, il rapporto con l’allievo non va regolato con un’assunzione a tempo indeterminato; il riferimento esplicito al “D.lgs. N. 81/2015 artt.41 ss” è stato riportato per precisare che il servizio di formazione che si attiverà nei confronti degli allievi non instaurerà un rapporto di lavoro in apprendistato, ponendo in chiaro che il concessionario non deve far rientrare l’attività formativa in tale disciplina, eludendo tale legge.
    Eventuali procedure di accreditamento relative al programma formativo predefinito su base annuale, saranno oggetto di valutazione successiva e secondo le prescrizioni normative nazionali e regionali vigenti.
    Il riconoscimento di eventuali ulteriori titoli, diversi rispetto a quelli indicati nella L.R. n°3 del 17 Febbraio 2015 e riportati nella tabella D del paragrafo 13 del Disciplinare, verrà opportunamente valutato dalla Commissione nell’ambito del criterio discrezionale di cui al punto A.1 della tabella; le pubblicazioni, i riconoscimenti di settore e le esposizioni saranno inceve oggetto di valutazione nell’ambito del criterio C.5 della stessa tabella.
    Relativamente al titolo di bottega-scuola, l​​​a commissione valutatrice dovrà e potrà attenersi a criteri oggettivi di valutazione relativamente al criterio C.3 (c.d. “riconoscimento di bottega scuola) della suddetta tabella, sulla base degli strumenti normativi attualmente previsti. Tutte le valutazioni discrezionali sul prestigio, la storicità e la capacità di trasmissione dell’operatore candidato potranno essere valorizzate negli altri criteri di aggiudicazione previsti.   
    Riguardo i settori tutelati, di cui alla tabella A del Disciplinare, si precisa che anche le attività di fotografia e pittura sono previste come attività iscrivibili presso la Camera di Commercio, Industria, Agricoltura e Artigianato di Roma, utilizzando l’opportuna categoria di iscrizione ATECO https://ateco.infocamere.it/ateq20/#!/ricercaAttivita (cfr. categorie 74.10 - 74.20.20 - 90.03.09) e richiedendo l’iscrizione all’albo delle imprese artigiane.   Si precisa che tale iscrizione è da considerarsi come un requisito per l’affidamento della concessione da effettuarsi prima dell’affidamento della stessa (cfr.i paragrafo 18.1 “requisiti per l’affidamento della concessione”) e non è un requisito di ammissione, quindi la non presenza di tale iscrizione non è ostativa ai fini della presentazione della domanda.

     

    18/05/2021 12:30
  3. 18/05/2021 12:03 - Salve, Buongiorno, Vi scrivo per avere informazioni a riguardo del bando Grara ID 721
    Vi chiedo come posso mettermi a disposizione o come effettuare la mia candidatura a questo bellissimo progetto.

     


    Per partecipare alla procedura è necessario possedere i requisiti riportati nel Disciplinare di gara, ed in particolare, come riportato nel paragrafo 5 “Soggetti ammessi”: Sono ammessi alla gara, in forma singola, operatori specializzati, lavoratori autonomi, lavoratori dipendenti e imprese artigiane (di seguito “operatori”) che, alla scadenza del bando, abbiano comprovata esperienza almeno decennale specificatamente nei settori elencati nella Tabella A del Disciplinare di gara
    L’operatore in possesso di tali requisiti potrà presentare la propria offerta con le modalità riportate nella documentazione di gara ed in particolare nel Disciplinare, entro la data del 15/06/2021.
    19/05/2021 09:55
  4. 14/05/2021 12:43 - Buongiorno, come devo compilare l’ F23 da allegare alla domanda di partecipazione? 

    La domanda di partecipazione dovrà essere presentata nel rispetto di quanto stabilito dal DPR 642/1972 in ordine all'assolvimento dell'imposta di bollo. Il pagamento della suddetta imposta del valore di Euro 16,00 dovrà avvenire mediante l'utilizzo del modello F23, con specifica indicazione: 

    • dei dati identificativi del concorrente (campo 4: denominazione o ragione sociale, sede sociale, Prov., codice fiscale); 
    • dei dati identificativi della stazione appaltante (campo 5: Roma Capitale — Dipartimento Sviluppo Economico e Attività Produttive — Ufficio di Scopo Progettazione e Innovazione Economica Urbana — CF 02438750586); 
    • del codice ufficio o ente (campo 6: RCB); 
    • del codice tributo (campo 11: 456T); 
    • della descrizione del pagamento (campo 12: "Imposta di bollo – Gara Id 721 - Artigianato artistico Tor di Nona)

     A comprova del pagamento effettuato, il concorrente dovrà inserire nella busta “A” copia Informatica del modello F23.


     
    19/05/2021 11:06
  5. 19/05/2021 14:09 - Buongiorno. Vorrei sapere se, relativamente alla Tabella D, punto C possiamo allegare un documento con i link ai vari articoli sul nostro operato, etc oppure è necessario allegare i documenti in formato testo.


     


    Relativamente alla documentazione da presentare in risposta ai criteri indicati nella Tabella D del Disciplinare (paragrafo 13), si consiglia di allegare documenti in formato testo (completi di immagini e quant’altro considerato utile ad illustrare adeguatamente il proprio operato), al fine di non incorrere, in fase di valutazione da parte della Commissione, in eventuali problematiche che potrebbero presentarsi inserendo link a varie pagine.
    21/05/2021 11:44
  6. 22/05/2021 16:42 - In relazione alla gara ID_721 richiediamo ricevere alcuni chiarimenti sulle procedure di applicazione della concessione eventualmente assegnata:

    1. Allievi. Chi verrà oncaricato della loro selezione, da quale bacino di utenza verranno selezionati, chi gestirà la loro disciplina, in particolare quali poteri avrà il concessionario per una eventuale esclusione per fondati motivi di un allievo dal programma di formazione .

    2. Piano finanziario. Quali saranno in dettaglio i termini ( modalità di erogazione , scadenza , ente erogatore , eventuale penale per ritardo ) delle componenti positive denominate “Valore dei servizi formativi”.

    3. rinuncia. Quali sono i termini e le modalità di una eventuale rinuncia alla concessione, quali termini temporali per la riconsegna dei locali liberi da cose.

    4. Autorizzazioni. Se e in quale maniera le tempistiche per l’ottenimento delle autorizzazioni richieste (ASL , VVFF , ecc. ) incidono sulla durata della concessione, se durante tale periodo di allestimento del laboratorio, compresi i tempi tecnici suddetti, dovrà essere corrisposto il canone concessorio ; se il periodo di allestimento  (che potrebbe essere anche molto lungo a causa delle tempistiche burocratiche ) sarà conteggiato nei termini di scadenza della concessione.

    5. Consorzio obbligatorio di imprese. Chi e con quale modalità sarà delegato alla scelta di tale figura, a chi spetterà la sua retribuzione, chi deciderà l’importo di tale retribuzione, chi vigilerà sull’operato di tale figura e chi avrà i poteri per richiedere una sua sostituzione e secondo quale modalità .


    1. L’Ufficio di Scopo “Progettazione e Innovazione Economica Urbana”, nell’ambito del Dipartimento Sviluppo Economico e Attività Produttive, in collaborazione con il Dipartimento Turismo, Formazione Professionale e Lavoro ed il Dipartimento Attività Culturali, procederà attraverso un apposito bando pubblico alla selezione degli allievi artigiani che avverrà sulla base di requisiti predeterminati orientati a selezionare i talenti, valutati da una Commissione appositamente nominata dall’Amministrazione, la quale stilerà una graduatoria di merito per l’accesso alle attività formative. Le specifiche relative al rapporto tra il concessionario e l’allievo artigiano verranno opportunamente indicate nella documentazione a corredo del suddetto bando, precisando che, come indicato nell’Allegato A Schema di contratto, “il concessionario è tenuto a presentare all’Amministrazione il programma annuale delle attività formative da svolgere nel rispetto del limite minimo di 20 ore di docenza settimanali”; l’operatore, in sede di presentazione della propria offerta e successivamente nell’ambito del suddetto programma annuale nel caso in cui divenisse concessionario, avrà facoltà di indicare le modalità di erogazione del servizio, anche in base all’esperienza maturata, nel rispetto di quanto riportato nell’art. 6 dell’Allegato A Schema di contratto. In tutti i casi in cui ricorrano circostanze speciali imputabili all’allievo artigiano tali da impedire l’erogazione del servizio di formazione, non prevedibili al momento della stipula del contratto di concessione, il concessionario potrà richiedere l’esclusione dell’allievo per fondati motivi, compilando apposito verbale con l'indicazione delle ragioni che hanno determinato l'interruzione delle prestazioni, nonché dello stato di avanzamento delle stesse, da inoltrare all’Amministrazione. A seguito di apposita valutazione da parte dell’Amministrazione, la stessa procederà all’assegnazione di altro allievo tramite scorrimento della graduatoria di merito. Specifiche modalità di gestione di tale procedura verranno opportunamente indicate nella documentazione a corredo del bando pubblico di selezione degli allievi artigiani. Relativamente al bacino di utenza dal quale effettuare la selezione degli allievi interessati, l’Amministrazione Capitolina mette a disposizione la sua rete di Scuole d’Arte e dei Mestieri di Roma Capitale (Ettore Rolli; Scienza e Tecnica, Arti Ornamentali e Nicola Zabaglia) e segnala, a titolo non esaustivo, alcuni Licei Artistici, Istituti d’Arte, Accademie e Scuole che potrebbero siglare un protocollo di formazione con la Rete di Imprese (cfr. paragrafo “Macro Attività C – Attività complementari” pag. 18 della Relazione Progettuale allegata alla D.G.C. 203/2020).
    2. Come riportato nell’”Allegato B PEF di progetto” alla tabella 3.5 “PEF per Immobile strumentale”, il Valore dei servizi formativi (C) è considerato un apporto in servizi del concessionario a compensazione dei canoni concessori, che non rientra nel valore della concessione e non rappresenta pertanto una quota effettivamente erogabile nei confronti del concessionario, ma un importo che è stato già riconosciuto dall’amministrazione a scomputo dei canoni concessori così come calcolati sulla base del valore d’uso dell’immobile. Pertanto il canone annuo di concessione che dovrà essere versato dal concessionario, così come presentato nella suddetta tabella, già include il riconoscimento di tale importo.
    3. Il titolare della concessione può rinunciare alla stessa inviando apposita comunicazione via pec all’Amministrazione, con un preavviso di 60 giorni rispetto alla data di riconsegna dell’immobile, data in cui l’immobile stesso dovrà essere libero da persone e cose. Il canone di concessione sarà comunque dovuto fino alla data di riconsegna dell’immobile. Anche in caso di cessazione anticipata della concessione, il concessionario è tenuto a riconsegnare l’immobile assegnato in buono stato previa ricognizione, da parte dell’Amministrazione, dello stato di consistenza e di conservazione del bene. Solo a seguito di tale verifica verrà svincolata la garanzia prestata. Qualora il titolare della concessione non abbia ottemperato alle condizioni e norme stabilite nel contratto ed abbia cagionato danni all'immobile, l’Amministrazione richiede il risarcimento dell'intero danno, anche incamerando, in tutto o in  parte, la cauzione versata.

    4. La durata della concessione decorre dalla data di sottoscrizione del contratto da parte del Concessionario, come riportato nel Disciplinare e nello schema di contratto; pertanto le tempistiche necessarie per l’eventuale rilascio di pareri dagli enti competenti per l’avvio dell’attività, nonchè per l’allestimento del locale, sono da considerarsi compresi nel periodo di durata della concessione durante il quale va corrisposto il canone nelle modalità indicate nello schema di contratto. 
    5. I concessionari si impegnano a costituirsi come rete di imprese territoriale nel Distretto di Tor di Nona, mediante apposita convenzione, che sarà diretta e coordinata da un professionista nominato dai concessionari membri della rete stessa, con cui il concessionario si impegna a collaborare per la realizzazione del progetto. Nell’ambito di tale attività il professionista individuato avrà una stretta e costante relazione con un referente nominato dall’amministrazione comunale, nell’ambito del Dipartimento Sviluppo Economico. L’importo della retribuzione per il suddetto professionista verrà deciso e corrisposto dai concessionari stessi con modalità da stabilire nell’apposita convenzione. La vigilanza, le modalità per una eventuale sostituzione e qualsiasi altra disciplina inerente tale incarico, saranno completamente regolate dalla rete di imprese.

    31/05/2021 12:17

Registrati o Accedi Per partecipare

Logo Governance e capacita istituzionale 2014-2020 TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@tuttogare.it - (+39) 02 40 031 280

Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00

ROMA CAPITALE

Direzione Generale - Centrale Unica Appalti - p.zza G. da Verrazzano, 7 Roma (RM)
Tel. - per ogni tipo di informazione, gli operatori economici devono chiamare esclusivamente il numero 02-40031280) - Fax. 06.4115333 - PEC: ---